Campane Tibetane

La loro composizione deriva da una lega di sette metalli pregiati,

corrispondenti ai sette pianeti principali.

Il massaggio sonoro con le Campane Tibetane , produce un effetto

positivo su tutto il metabolismo cellulare, riduce lo stress e favorisce

un sonno pienamente rigenerante.

I suoni prodotti da questi antichi strumenti riescono ad armonizzare non solo i vari livelli del corpo, ma la delicata sintonia tra corpo e mente,  indispensabile tra l'uomo e la vita nelle sue molteplici forme. L'uso curativo delle campane si concretizza nella pratica del massaggio sonoro.

Storia, origine e mistero delle Campane tibetane

Le campane Tibetane o Ciotole Tibetane  sono strumenti straordinari diffusi soprattutto in Tibet, Nepal ed anche in India, Giappone e Cina. La loro origine e funzione arcaica restano avvolte nel mistero. I monaci lasciarono credere per molto tempo agli occidentali ed ai cinesi che si trattasse di ciotole per il cibo e per l'elemosina.  

​Nonostante siano state fatte molte indagini sull'uso rituale delle campane , ancora oggi sappiamo ben poco sulle pratiche in cui venivano utilizzate. Non esistono testi tradizionali sull'argomento, ma abbiamo testimonianze antiche che gettano luce sulla loro storia.
La loro origine risale ad un periodo precedente l'arrivo del Buddismo come noi lo conosciamo, circa 3000 anni fa. Secondo la tradizione, in quel periodo in Asia si praticava una forma di culto animistico chiamata Bon. Questa particolare forma di sciamanesimo, come le altre diffuse sul pianeta, attribuiva al suono delle campane, ma anche di altri strumenti come cimbali (ting-sha) e gong, un grande potere di guarigione e la capacità di avvicinare l'uomo alle divinità.
Alcune testimonianze ci riportano dei particolari interessanti sulla forgiatura delle campane.​
La produzione, si narra avvenisse​ in determinati periodi dell'anno ed in corrispondenza di fase lunari adeguate, in concomitanza a pratiche legate al culto del fuoco. Si dice che venivano emessi dei mantra durante la forgiatura per decidero lo specifico potere ad uso della campana.Si narra di Campane tibetane mitiche, antichissime, venerate da tutti i monaci del Tibet . I monasteri che le custodivano erano meta di pellegrinaggio da parte di monaci e fedeli laici che desideravano per ricevere beneficio ed illuminazione dall'ascolto del loro suono.
Le campane tibetane arrivarono in Occidente dopo l'occupazione del Tibet da parte della cina negli anni '50. In seguito all'occupazione cinese, molti monaci fuggirono dal Tibet, insediandosi in Europa ed America.
In Europa, fu La Germania ad essere il paese più ricettivo, qui la religione buddista incontrò molti favori. In tutta Europa cominciarono a sorgere monasteri ed emerse l'uso religioso delle campane. Da allora in poi un numero sempre crescente di persone testimonia il potere curativo di questi strumenti in suonoterapia e delle pratiche spirituali loro collegate.​
Significato delle campane Tibetane
​Le campane tibetane possiedono una natura profondamente simbolica che emerge dalla lega metallica di cui sono composte . Le ciotole tibetane nascono dall'unione di diversi metalli che corrispondono ai pianeti dell'antica concezione dell'universo. I metalli che tradizionalmente compongono questa lega sono sette e rappresentano i sette pianeti della vecchia concezione (col tempo sono aumentati, cambiando la cosmogonia).
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
In epoche relativamente recenti, con la scoperta di altri corpi celesti, si possono trovare campane composte da 9 metalli, sempre in corrispondenza dei pianeti del sistema solare.​​

La percentuale di questi metalli con cui vengono realizzate le campane, può variare da un costruttore all'altro, tuttavia la combinazione ottimale dovrebbere essere la seguente:​

 

Oro : 0,0001 %  -  Argento : 0,002 %

Mercurio : 0,01 %  -  Rame : 71,5 %​

Ferro: 0,02 %   -  Stagno : 28,42 %

Piombo : 0,001 %      ​

Nichel (quando presente) : 0,02 %​​​​

Zinco (quando presente) : 0,02 %
 

Questa combinazione di metalli fa sì che le campane siano considerate uno strumento sacro per la loro capacità di connettere Macro e Micro cosmo, Cielo e Terra. ​

Quando pecuotiamo una campana tibetana, le frequenze dei metalli corrispondenti ai pianeti vibrano all'unisono, permettendo a coloro che ne ascoltano il suono di trascendere la dimensione fisica e proiettarsi verso piani più elevati di coscienza. Questi straordinari strumenti, grazie alle loro frequenze sono oggi usati nel massaggio sonoro, e nella suonoterapia.
Le campane tibetane poste sul corpo e mandate in vibrazione fanno si che ogni cellula riceva un massaggio e dona effetti benefici soprattutto al sistema nervoso centrale, poichè questi suoni portano il cervello a lavorare sulle onde alpha, cioè lo stato al quale si arriva prima di dormire. Se il suono sarà piacevole e gradito dal corpo, questo si abbandonerà ad un clima di fiducia e saprà goderne i benefici, se l'uomo è in armonia è anche in salute. Questi suoni inducono inoltre ad un rilassamento profondo che interviene in aiuto allo stato di benessere personale dell'individuo riequilibrandolo ed energizzando il corpo dove necessario. L'ascolto di queste frequenze, consente inoltre di rallentare alcuni ritmi vitali con la conseguenza di migliorare la percezione del proprio corpo che a poco a poco riuscirà a passare da uno stato di malessere ad uno di benessere.

© 2013 By B3 Benessere srl

Ubicazione e sede legale : via Firenze 8 20025 Legnano

P.IVA e C.F. 07473990963 Cap. Soc. 10000€   REA: MI 1961114 PEC: b3benessere@lamiapec.it

  • Facebook Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Trip Advisor Social Icon